FONTI PER LA STORIA DELL'ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA

Crediti: 
6
Settore scientifico disciplinare: 
MUSEOLOGIA E CRITICA ARTISTICA E DEL RESTAURO (L-ART/04)
Anno accademico di offerta: 
2016/2017
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano.

Obiettivi formativi

Il corso intende fornire allo studente, nel quadro dei Descrittori europei per le lauree magistrali (Dublin descriptors), gli strumenti per sviluppare le conoscenze e la capacità di comprensione dell’opera d’arte attraverso l’esegesi e l’interpretazione critica delle sue fonti scritte (1° Descrittore).
Al termine del corso lo studente dovrà essere in grado di:

- applicare tali conoscenze e capacità nell’affrontare in maniera autonoma l’interpretazione delle diverse tipologie di fonti testuali provenienti da diverse aree linguistiche e culturali, riuscendo a inquadrarle nel loro contesto storico di riferimento (2° Descrittore);
- gestire la complessità del giudizio e dell’informazione sull’attività artistica e sui suoi diversi attori (3° Descrittore);
- comunicare in modo chiaro e privo di ambiguità le conoscenze acquisite attraverso la terminologia specialistica (4° Descrittore);
- sviluppare ulteriori capacità di apprendimento autonomo nello studio e nell’approfondimento critico della documentazione, avvalendosi delle varie metodologie d’indagine storico-artistica (5° Descrittore).

Come soglia minima di apprendimento si intende la capacità dello studente di orientarsi tra diverse tipologie di fonti, attraverso l’individuazione dei loro caratteri peculiari e del loro potenziale informativo, applicando alla loro interpretazione critica una corretta metodologia di analisi.

Contenuti dell'insegnamento

Attraverso la presentazione e l’analisi di fonti testuali prodotte attorno all’attività artistica, il corso vuole fornire le basi per la loro corretta comprensione, analisi e contestualizzazione in chiave storica e culturale.
Una parte propedeutica introdurrà allo studio delle fonti storico-artistiche europee, dal Quattrocento all'Ottocento: trattati, biografie, carteggi, processi, libri di ricordi, diari, guide di viaggio, contratti, inventari, registri contabili, ecc. Attraverso la lettura delle fonti verranno approfondite alcune questioni chiave della creazione artistica: l’artista, la committenza, il collezionismo e il mercato.
La parte monografica indagherà l'affascinante e antico rapporto tra arte e denaro, e si concentrerà su una tipologia di fonte 'ibrida': il libro dei conti. Fonte preziosa per la storia economica, ne verranno analizzate le potenzialità come fonte storico-artistica, sociale e culturale, attraverso lo studio di alcuni case studies (artisti e mercanti) in rapporto ai vari contesti di riferimento.

Programma esteso

Parte propedeutica
Introduzione alle fonti per la storia dell’arte

- le fonti storico-artistiche: approcci e metodologie;
- le fonti sull’artista;
- le fonti sulla committenza;
- le fonti sul collezionismo;
- le fonti sul mercato.

Parte monografica
Tra profitto e aneddoto: il libro dei conti

- arte e contabilità: le fonti economiche per la storia dell'arte
- una fonte 'ibrida': il libro dei conti
- case studies

Bibliografia

Studenti frequentanti

Sono materia d’esame:

- UN DOSSIER DIGITALE che contiene i power point con le immagini e le fonti proiettate a lezione (disponibile a fine corso), da integrare alla consultazione di:

- I MANUALI e REPERTORI critici di fonti di riferimento (SOLO ALCUNE PAGINE per ciascun volume, che saranno indicate durante le lezioni):

- S. Bordini, L'Ottocento. 1815-1880, Roma, 2002.
- C. De Benedictis, Per la storia del collezionismo italiano. Fonti e documenti, Firenze, 1991.
- C. E. Gilbert, L’arte del Quattrocento nelle testimonianze coeve, Firenze, 1988.
- E. Gilmore Holt, Storia documentaria dell’arte. Dal Medioevo al xviii secolo [1957-1966, Milano, 1972.
- T. Montanari, L’età barocca. Le fonti per la storia dell’arte (1600-1750), Roma, 2013.
- C. Savettieri, Dal neoclassicismo al romanticismo, Roma, 2006.

- UN VOLUME A SCELTA tra i seguenti, necessario all’approfondimento autonomo di alcuni case studies affrontati nella parte monografica (altra bibliografia su altri casi di studio specifici verrà indicata nel corso delle lezioni):

- S. Dalla Rosa, Esatta nota distinta di tutti li quadri da me Saverio Dalla Rosa dipinti, col preciso prezzo che ne ho fatto, e memoria delle persone, o luoghi, per dove li ho eseguiti, a cura di B. Chiappa, Verona, 2011.
- G.F. Barbieri, Il libro dei conti del Guercino, 1629-1666, a cura di B. Ghelfi, Bologna, 1997.
- L. Lorizzo, Pellegrino Peri. Il mercato dell’arte nella Roma barocca, Roma, 2010.
- L. Lotto, Il libro di spese diverse (1538-1556). Con aggiunta di lettere e d'altri documenti, a cura di P. Zampetti, Venezia-Roma, 1969 [o ed. a cura di F. Grimaldi, K. Sordi, Loreto, 2003].
- S.S. Nigro, L'orologio di Pontormo. Invenzione di un pittore manierista [1998], Milano, 2013.
- C. Stolwijk, H. Veenenbos, The account book of Theo van Gogh and Jo van Gogh-Bonger, Amsterdam, 2002.

Studenti non frequentanti
Gli studenti non frequentanti dovranno aggiungere alla bibliografia per i frequentanti la lettura di UN VOLUME A SCELTA tra i seguenti (che riprendono varie tematiche affrontate nel corso):

- S. Alpers, L'officina di Rembrandt. L'atelier e il mercato [1988], Torino, 1990.
- C.M. Anderson, The Flemish merchant of Venice. Daniel Nijs and the sale of the Gonzaga art collection, New Haven, 2015.
- M. Baxandall, Pittura ed esperienze sociali nell'Italia del Quattrocento [1972], Torino, 1978.
- R.A. Goldthwaite, L'economia della Firenze rinascimentale, Bologna, 2013.
- G. Guerzoni, Apollo e Vulcano. I mercati artistici in Italia, 1400-1700, Venezia, 2006.
- F. Haskell, Mecenati e pittori. Studio sui rapporti tra arte e società italiana nell'età barocca [1963], Firenze, 1966.
- L. Jardine, Affari di genio. Una storia del Rinascimento europeo [1996], Roma, 2001.
- R. Morselli (a cura di), Vivere d'arte. Carriere e finanze nell'Italia moderna, Roma, 2007.
- R. Spear, Dipingere per profitto. Le vite economiche dei pittori nella Roma del Seicento, Roma, 2016.
- M.C. Terzaghi, Caravaggio, Annibale Carracci, Guido Reni tra le ricevute del Banco Herrera & Costa, Roma, 2007.
- B. S. Yamey, Arte e contabilità, Bologna, 1986.
- R. Wittkower, M. Wittkover, Nati sotto Saturno. La figura dell'artista dall'Antichità alla Rivoluzione francese [1963], Torino, 1968.

Metodi didattici

Lezioni frontali, accompagnate da proiezioni powerpoint (documenti e opere d’arte), lettura ed esegesi di fonti.

Modalità verifica apprendimento

Esame orale.
Il colloquio è incentrato sull’intero programma d’esame, e prevede almeno un esercizio di esegesi di una fonte testuale, tra quelle discusse a lezione, da affiancare all’analisi stilistica e iconografica dell’opera e/o delle opere relative.
Il resto del colloquio intende verificare le conoscenze acquisite dallo studente sulla parte propedeutica e, soprattutto, sulla parte monografica, per la quale lo studente è invitato, a partire dal volume a scelta, a costruire un percorso autonomo di studio e a presentarlo.