DRAMMATURGIA

Crediti: 
12
Settore scientifico disciplinare: 
DISCIPLINE DELLO SPETTACOLO (L-ART/05)
Anno accademico di offerta: 
2016/2017
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

Il corso intende fornire agli studenti metodologie idonee all’analisi dei testi prodotti per lo spettacolo, in relazione alle modalità spettacolari dell’epoca e dell’ambiente in cui sono stati scritti e a quelle della contemporaneità. Alla fine del corso si verificheranno la capacità di applicare le conoscenze maturate, l’autonomia di giudizio e le abilità comunicative.

Contenuti dell'insegnamento

Il corso intende fornire agli studenti metodologie idonee all’analisi dei testi prodotti per lo spettacolo, in relazione alle modalità spettacolari dell’epoca e dell’ambiente in cui sono stati scritti e a quelle della contemporaneità. Alla fine del corso si verificheranno la capacità di applicare le conoscenze maturate, l’autonomia di giudizio e le abilità comunicative.

1) Differenze tra testo teatrale e testo letterario
2) Testo teatrale e civiltà dello spettacolo nelle diverse culture
3) Le strutture del testo teatrale
4) Metodologie di analisi del testo teatrale
5) Testo e spazio teatrale
6) Testo teatrale e recitazione
7) Testo e ricezione dello spettatore
8) Il testo teatrale nell’antichità
9) Il testo teatrale nella cultura moderna
10) Il testo teatrale tra Otto e Novecento
11) Il testo teatrale nella cultura contemporanea
12) Analisi di casi concreti

Bibliografia

L. Allegri, "Prima lezione sul teatro", Roma-Bari, Laterza
R. Tessari, "La drammaturgia da Eschilo a Goldoni", Roma-Bari, Laterza
L. Allegri, "La drammaturgia da Diderot a Beckett", Roma-Bari, Laterza
Un testo teorico a scelta sulla drammaturgia antica o moderna
Un testo teorico a scelta sulla drammaturgia contemporanea
Tutti i testi teatrali oggetto di analisi

Metodi didattici

Lezioni frontali, seminari.

Modalità verifica apprendimento

Esame orale